Alla ricerca del Graal

Dal 15 Febbraio, tutti i Sabati alle 17:30, incontri di studio presso la sede di Firenze dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/R, o visite guidate dedicate a uno dei simboli più importanti della Tradizione Arcaica: “Alla ricerca del Graal”. Un gruppo di approfondimento e ricerca aperto a tutti gli appassionati di questo tema, così evocativo e ricco di valori essenziali.

Il simbolismo del Graal infatti è fondamentale. Nelle saghe eroiche dei romanzi della Tavola Rotonda esso si presenta sotto la forma di una coppa e, talora, di una pietra – anche preziosa – o di un libro

Continua a leggere

Aprile – Giugno 2019: Simboli del Medioevo

Sabato 27 Aprile con la visita guidata al Duomo di Modena e all’Abbazia di Nonantola, due dei luoghi più mirabili del Medioevo europeo, riprende il Corso dedicato ai “Simboli del Medioevo”, a cura di Alessandro Mazzucchelli, Augusta Corradetti, Marco Bracali, Susanna Santoni e Gabriele Cubattoli. Il Corso prevede cinque lezioni e cinque visite guidate, come da programma dettagliato al termine dell’articolo. Non mancheranno esercitazioni e momenti interattivi per un approccio diretto al mondo dei simboli.

Il Medioevo ci mostra un mondo popolato di figure e simboli: semplici o complessi, narrativi, allegorici o astratti, evocativi o stranissimi o decisamente misteriosi, li troviamo ovunque, nelle stesse forme e misure delle chiese romaniche e delle cattedrali gotiche, scolpiti sui portali, sulle colonne e sui capitelli, disegnati nelle tarsie dei pavimenti e nei mosaici delle cupole, affrescati e dipinti, cesellati sugli oggetti sacri e miniati nei capilettera dei manoscritti.

Continua a leggere

Febbraio – Aprile 2019: Simboli del Medioevo

Inizia Sabato 16 Febbraio con la lezione sui “Simboli Templari”, un Corso dedicato ai “Simboli del Medioevo”, a cura di Alessandro Mazzucchelli e Augusta Corradetti. Il Corso prevede sei lezioni e quattro visite guidate, come da programma dettagliato al termine dell’articolo. Sono previste esercitazioni e momenti interattivi per un approccio diretto al mondo dei simboli.

Il Medioevo è un mondo popolato di figure e simboli: semplici o complicati, narrativi, allegorici o astratti, evocativi o stranissimi o decisamente misteriosi, li troviamo ovunque, nelle stesse forme e misure delle chiese romaniche e delle cattedrali gotiche, scolpiti sui portali, sulle colonne e sui capitelli, disegnati nelle tarsie dei pavimenti e nei mosaici delle cupole, affrescati e dipinti, cesellati sugli oggetti sacri e miniati nei capilettera dei manoscritti.

Continua a leggere

11 Dicembre 2018 – Viaggiatori nel cosmo: gli Argonauti

Martedì 11 Dicembre alle 21.15, presso la sede fiorentina dell’Associazione Archeosofica in Lungarno Guicciardini 11/R, si conclude il ciclo di incontri sul tema del Graal con un appuntamento dedicato ai “Viaggiatori nel cosmo: gli Argonauti antenati dei cercatori del Graal” a cura di Marco Bracali. Ingresso libero.

L’antica Colchide e l’area del Mar Nero sono luoghi che ai Greci, i primi occidentali che li conobbero, parvero esotiche frontiere di un Oriente favoloso, popolato da genti dalle abitudini stranissime, alcune in possesso di arcana sapienza, altre animate da ferocia disumana.

La ricerca del Vello d’Oro si ambienta in quelle terre, nella città dove i raggi del sole si preparano nel segreto della notte, al levarsi all’alba.

Continua a leggere

Novembre 2018 – Simboli del Graal

Cinque incontri con Alessandro Mazzucchelli, tutti i Martedì di Novembre e il primo Martedì di Dicembre alle 21.15, dedicati a uno dei temi fondanti della Tradizione Arcaica: “Simboli del Graal”. Si inizia Martedì 6 con il primo appuntamento dedicato a “La letteratura del Graal e i suoi simboli fondamentali”. Ingresso libero.

Il programma completo del ciclo di incontri è alla fine dell’articolo.

Il simbolismo del Graal è fondamentale. Nelle saghe eroiche dei romanzi della Tavola Rotonda esso si presenta sotto la forma di una coppa e, talora, di una pietra – anche preziosa – o di un libro.

Continua a leggere

7 Luglio 2018 – Simboli del Graal

Una giornata di studi con Alessandro Mazzucchelli sabato 7 luglio dalle 9.45 alle 18.30 dedicata a uno dei temi fondanti della Tradizione Arcaica: “Simboli del Graal”.

Il simbolismo del Graal è fondamentale. Nelle saghe eroiche dei romanzi della Tavola Rotonda esso si presenta sotto la forma di una coppa e, talora, di una pietra – anche preziosa – o di un libro.

Infatti, secondo la leggenda il Graal sarebbe stato intagliato dagli angeli in forma di calice in uno smeraldo caduto dalla fronte di Lucifero al momento della sua caduta dal cielo.

Continua a leggere

15 Maggio 2018 – Santiago di Compostela

Martedì 15 maggio, alle ore 21, prosegue a Firenze presso la sede dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini 11/R, il ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero” con la conferenza di Michela Concilio e Annalisa Masotti dedicata a “Santiago di Compostela”. Ingresso libero.

Il cammino a Santiago di Compostela, località situata in Galizia nella parte nord occidentale della Spagna, alla tomba dell’Apostolo Giacomo il Maggiore, Santiago in spagnolo, vive ai nostri giorni un nuovo impulso dinamico.

Ma la meta ultima del cammino si trova però poco oltre Santiago di Compostela, a Capo Finisterre che, come indica il nome stesso, segnava nel Medioevo il limite delle terre conosciute.

Continua a leggere

8 Maggio 2018 – Luce e simboli nella cattedrale di Chartres

A Firenze martedì 8 maggio alle ore 21 prosegue il ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero” presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica in Lungarno Guicciardini 11/r, con la conferenza dal titolo ”Luce e simboli nella cattedrale di Chartres”. Relatrice: Augusta Corradetti. Ingresso libero.

Lo stile gotico si sviluppò al massimo grado tra il 1050 e il 1350, in particolare nella terra di Francia dove vennero costruite in quei secoli più di 80 cattedrali. Lo stile gotico esprimerà con le sue vertiginose altezze, le grandi vetrate, l’audacia delle guglie che sfiorano il cielo, lo spirito cavalleresco che animò quello stesso periodo.

Continua a leggere

16-17 Giugno 2018 – Viaggio a Roma e nel Lazio segreto

Due giorni di viaggio nel tempo, dalla fondazione di Roma alle testimonianze più importanti e suggestive del Lazio medievale. A Roma potremo visitare all’interno del Foro (l’area archeologica più importante della città eterna) oltre alle testimonianze della nascita della città e del suo sviluppo (dall’Umbilicus urbis Romae alla Casa delle Vestali) alcuni dei suoi luoghi segreti chiusi da anni e riaperti solo ad aprile 2018, fra cui il Tempio di Romolo e Santa Maria Antiqua che conserva sulle sue pareti un patrimonio di pitture unico nel mondo cristiano del primo millennio. La visita a Roma prosegue con il Carcere Mamertino (o Tullianus), luogo di detenzione dei nemici di Roma, dove si vuole siano stati imprigionati San Pietro e San Paolo e con la basilica dei Ss. Cosma e Damiano, dedicata ai santi medici e guaritori, con uno splendido mosaico di epoca paleocristiana.

Domenica alla Cattedrale di Anagni visiteremo tra l’altro l’Oratorio di San Thomas Becket, antico Mitreo con pitture del XII secolo, e la meravigliosa Cripta di San Magno che custodisce uno dei cicli pittorici più importanti dell’Occidente Medievale. Ci sposteremo poi a Fossanova, splendida chiesa di un’abbazia cistercense (una San Galgano con il tetto!) e da lì, in mezzo ai boschi, all’Abbazia di Valvisciolo ricca di testimonianze templari e simboli arcani. Per finire i Giardini di Ninfa … “Ecco Ninfa, ecco le favolose rovine di una città che con le sue mura, torri, chiese, conventi e abitati giace mezzo sommersa nella palude, sepolta sotto l’edera foltissima. In verità questa località è più graziosa della stessa Pompei …” Nel 2000 tutta l’area di Ninfa è stata dichiarata monumento naturalistico ed il giardino è stato considerato dal New York Times, come il più bello al mondo.

Continua a leggere

Le Cattedrali gotiche

Martedì 17 aprile, alle ore 21, prosegue a Firenze presso la sede dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini 11/R, il ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero” con la conferenza di Javier Carrasco e Alessandro Mazzucchelli dedicata a “Le cattedrali gotiche”. Ingresso libero.

Sparse un po’ in tutta Europa, ma soprattutto in Francia, le cattedrali gotiche sono definite “libri di pietra” perché racchiudono segreti racchiusi nelle sapienti regole costruttive, nelle armonie musicali e cromatiche, che le rendono veramente affascinanti e misteriose, tutte da scoprire.

Continua a leggere

10 Aprile 2018 – Stonehenge: cosa nasconde?

A Firenze martedì 10 aprile alle ore 21 prosegue il ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero” presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica in Lungarno Guicciardini 11/r, con la conferenza dal titolo ” Stonehenge: cosa nasconde?”. Relatore: Gabriele Cubattoli. Ingresso libero.

Nella contea del Wiltshire in Inghilterra, si trova uno dei più affascinanti monumenti antichi che ancora oggi fanno discutere archeologi e studiosi sulla loro origine. Un complesso megalitico con un nome che potremmo tradurre: “Pietre sospese”.

Continua a leggere

3 Aprile 2018 – L’enigma della Sfinge

A Firenze, presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/r, martedì 3 aprile alle ore 21 inizia un ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero”, con la conferenza dal titolo “L’enigma della Sfinge”. Relatore: Alessandro Mazzucchelli. Ingresso libero.

Dal termine egiziano Seshep-Ankh Atùm, “l’immagine vivente di Atùm”, derivò attraverso il greco il nome “Sfinge”, che ha poi assunto nel linguaggio moderno il significato di “impenetrabile”, “enigmatico”, “insondabile”.

Continua a leggere

23 Gennaio 2018 – Il simbolismo delle 22 Lame dei Tarocchi

Prosegue martedì 23 gennaio, alle ore 21 a Firenze presso la sede dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini 11/R, il ciclo di incontri dedicato a “La divinazione” con la conferenza di Francesca Vercelli dedicata a “Il simbolismo delle 22 Lame dei Tarocchi”. Ingresso libero.

Le origini dei Tarocchi sono così antiche che si perdono nella notte dei tempi. Eppure al ricercatore attento che si avvicina a tale poderoso sistema simbolico appare fin da subito chiaro che il significato delle figure contenute nei Tarocchi è rimasto invariato. Esse utilizzano un linguaggio che, lungo la spirale dei secoli, ha trasmesso una sintesi sapienziale celata dietro le immagini delle carte.
Continua a leggere

13 Giugno 2017 – La Via della Luce

A conclusione del 2° Meeting Internazionale di Iconografia, martedì 13 giugno alle ore 21.15 presso la sede fiorentina dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini 11/R si terrà un incontro dal titolo “La Via della Luce”, a cura di Alessandro Mazzucchelli. Ingresso libero.

È l’occasione per visitare la Mostra ancora aperta e per affrontare alcune tematiche di grande importanza per tutti coloro che sono interessati all’influenza dell’arte sulla propria crescita interiore …

Continua a leggere

14 e 21 Febbraio 2017 – Indagine sulle grandi Piramidi

A Firenze, presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini 11/r, Martedì 14  e 21 Gennaio alle ore 21, prosegue il ciclo di incontri dal titolo “Cronache di civiltà scomparse”, con la conferenza in due parti di Alessandro Mazzucchelli dal titolo “Indagine sulle grandi piramidi”, a commento dell’omonima opera di Alessandro Benassai. Ingresso libero.

Ecco un estratto del testo che sarà al centro dell’incontro …

Continua a leggere

7 Febbraio 2017 – Il mistero dei labirinti arcaici – parte 2

Martedì 7 Febbraio, alle ore 21, prosegue a Firenze la rassegna “Cronache di civiltà scomparse”, con la seconda parte della conferenza  di Gioni Chiocchetti dedicata a “Il mistero dei labirinti arcaici”. Ingresso libero.

Continua il viaggio alla scoperta dei misteri del labirinto …

Continua a leggere

31 Gennaio 2017 – Il mistero dei Labirinti arcaici

A Firenze, Martedì 31 Gennaio, alle ore 21, prosegue la rassegna “Cronache di civiltà scomparse”, con la conferenza  di Gioni Chiocchetti dal titolo “Il mistero dei labirinti arcaici”. Ingresso libero.

Parleremo di un argomento sicuramente affascinante ed enigmatico, un tema antico e misterioso quanto attualissimo e coinvolgente. Un’idea, la cui origine si perde veramente nella notte dei tempi ed in culture differenti e lontane fra loro. La sua analisi – vasta ed ermetica – si estende a connotati mitologici, religiosi, geometrici ed alchemici. Si riferisce al concetto e all’insegnamento racchiusi nell’arcano ideogramma conosciuto con il termine labirinto.

Continua a leggere

Corso di pittura iconografica 2016/2017

SCUOLA D’ARTE ICONOGRAFICA – PROGRAMMA 2016/2017

 “L’icona si può considerare un castello di meditazione, un cerchio magico, un mezzo potente sul quale fissare lo sguardo fisico e l’occhio della mente per isolarsi dal mondo profano ed entrare nel mondo sacro.” (Tommaso Palamidessi)

Ad uno sguardo disattento l’arte dell’icona può apparire un tipo di arte religiosa del passato, dalle forme ripetitive e lontane dal gusto e dalla sensibilità attuale. Chi invece esamina con più calma le opere dei migliori pittori iconografi non può fare a meno di notare – oltre alla straordinaria capacità artistica dei più grandi tra essi, da Manuel Panselinos a Teofane il Greco fino ad  Andrej Rublëv – che l’arte iconografica racchiude in sé un grande segreto: il metodo per la trasposizione nella forma pittorica, fin dove è possibile, della Bellezza senza forma, affinché essa operi un’azione  trasformante sulla coscienza. “I colori, i segni, le dimensioni geometriche, i simboli dell’icona costituiscono tutta una scienza ieratica” così che “l’Arte pittorica conduce all’iconognosia, ossia alla conoscenza dell’immagine, per l’esattezza alla scoperta di ciò che c’è dietro di essa”.

Partendo da queste premesse la Scuola d’Arte Iconografica dell’Associazione Archeosofica di Firenze presenta un percorso di formazione tecnico-artistica e spirituale completo per l’anno 2016-2017, adatto sia a chi già dipinge come a coloro che non hanno alcuna esperienza pittorica. Per chi vorrà approfondire la sua esperienza sarà possibile partecipare ai corsi degli anni successivi che svilupperanno le nozioni apprese, introducendone di nuove.

Gli allievi realizzeranno sia disegni che una icona dipinta su tavola di legno e parteciperanno con le loro opere alla mostra “LE DODICI GRANDI FESTE BIZANTINE” organizzata in collaborazione con la Scuola di Iconografia di Kozani in Grecia.

Continua a leggere

2015-2016: che cosa abbiamo fatto?

  • 13 Corsi per un totale di 173 lezioni
  • 11 Stage/Workshop
  • 3 Escursioni erboristiche
  • 2 Visite guidate
  • 34 Conferenze/incontri
  • 21 Lezioni di Archeosofia
  • 4 Concerti/eventi musicali
  • 2 Spettacoli teatrali
  • 3 Mostre
  • 1 Viaggio
  • 1 Festa di inizio anno

Cos’è questo elenco? Sono in sintesi tutte le attività svolte da Settembre 2015 a Luglio 2016: come si vede, possiamo dire anche noi di aver fatto le nostre piccole Olimpiadi!

Con questa occasione vogliamo ringraziare tutte le amiche e gli amici che hanno collaborato attivamente alla riuscita delle iniziative con il loro impegno volontario e la loro dedizione e tutte le persone che hanno partecipato. Si può sempre migliorare, ne siamo certi, ma, anticipando le conclusioni, possiamo dire che essere soci è bello e conviene!

Ma com’è andata? …

Continua a leggere

4-21 Giugno 2016 – Grecia e Italia: Iconografi a confronto

MOSTRA PROROGATA FINO AL 21 GIUGNO!!!

ORARIO: dal Lunedì al Venerdì 16-19.30

SABATO 11 GIUGNO dalle 10 alle 17.30 MOSTRA APERTA E STAGE INTENSIVO DI DISEGNO

In Grecia dal 28 Maggio al 1 Giugno e a Firenze Sabato 4 e Domenica 5 Giugno si terrà una Mostra con Workshop aperti al pubblico frutto della collaborazione e scambio culturale fra il Laboratorio di pittura iconografica dell’Associazione Archeosofica di Firenze,  il Laboratorio di iconografia della chiesa della Panagia Phaneromene di Kozani e il Laboratorio di iconografia “Non Stop” della Metropoli (Diocesi) di Kastoria.

La Mostra dal titolo: IL VOLTO DELLA VERGINE MARIA ATTRAVERSO I SECOLI esporrà in due città elleniche, Kozani e Kastoria, e a Firenze le opere dei docenti e degli studenti di questi tre laboratori che avranno anche l’occasione di confrontarsi tra loro e con il pubblico su diversi aspetti pratici e teorici dell’arte bizantina dalla sua tradizione secolare fino ad oggi.

Lo scopo della manifestazione è avviare un dialogo visivo tra le due tradizioni, greca e italiana, attraverso lo studio di un tema comune, quello del volto della Vergine. Questo dialogo dovrebbe portare molti punti interessanti di contatto fra le diverse interpretazioni dei laboratori dei due paesi e aprire la strada ad altri futuri progetti comuni per gli studenti.

Un ulteriore obiettivo è, attraverso la sinergia delle istituzioni culturali e dei laboratori artistici dei nostri Paesi, stabilire legami con le istituzioni d’arte e la cultura ellenica per consolidare un rapporto di condivisione delle conoscenze e delle esperienze ed una cooperazione a lungo termine.

Il programma che si svolgerà a Firenze presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/r, prevede …

Continua a leggere

17 Maggio 2016 – Il Simbolismo dei colori

Un nuovo appuntamento a Firenze Martedì 17 Maggio alle ore 21 con la conferenza di Luisa Federico dal titolo “Il Simbolismo dei colori”. Ingresso libero.

Dei nostri cinque sensi la vista è certamente la facoltà più attiva e reattiva rispetto a quanto ci circonda. Ciò che vediamo nel mondo esterno influenza continuamente i nostri stati d’animo, i nostri pensieri e le nostre azioni, spesso senza una nostra reale partecipazione volontaria. Questa percezione involontaria produce in noi molteplici impressioni, sentimenti e pensieri di cui non conosciamo la causa, ma di cui subiamo gli effetti. Noi infatti psichicamente ci nutriamo di luce e colori, che sono prodotti dall’azione del Sole, fonte unica della vita dell’uomo e della natura. Tutta la nostra vita psichica e biologica con i suoi ritmi è legata alla luce e ai colori.

Continua a leggere

Visita a San Miniato al Monte del 16 Aprile 2016 – Le foto

Alcuni momenti della visita alla basilica di San Miniato al Monte a Firenze nel pomeriggio di Sabato 16 Aprile 2016, alla scoperta dell’orientamento della chiesa, del suo grande zodiaco pavimentale e dei suoi simboli palesi e nascosti. Guide: Alessandro Mazzucchelli e Gina Lullo. Fotografie di Alessandro Caramelli e Fiorenza Mascione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Continua a leggere

22 Marzo 2016 – La meditazione sul cuore e la trasmutazione alchemica

A Firenze Martedì 22 Marzo alle ore 21 ultimo appuntamento del ciclo di incontri “Conosci te stesso” con la conferenza dal titolo “La meditazione sul cuore e la trasmutazione alchemica”. Relatrice: Fiorenza Mascione. Ingresso libero.

In prossimità della regione del cuore si trova il Centro Cardiaco, organo sensoriale psico-spirituale, quindi non fisico sebbene esista una relazione tra il “cuore segreto” e l’organo anatomico.
“La cerca del luogo del cuore” è stata l’obiettivo di tanti mistici e santi di tutte le latitudini, se ne ne scoprono riferimenti in diverse tradizioni, perché in questo luogo è possibile vivere gli stati di coscienza più straordinari e una esperienza particolare: l’incontro con la” luce interiore”.

Continua a leggere

15 Marzo 2016 – L’influenza segreta dei simboli

Prosegue a Firenze il ciclo di incontri “Conosci te stesso” con un nuovo appuntamento, Martedì 15 Marzo alle ore 21, dedicato a “L’influenza segreta dei simboli” a cura di Augusta Corradetti. Ingresso libero.

Nelle tradizioni esoteriche di Oriente e di Occidente il simbolismo ha un ruolo di grande importanza: attraverso i simboli infatti si può comunicare una verità, un’idea, una dottrina ed anche una rivelazione. Segni cifrati, sintetici, a volte semplici e a volte complessi, i simboli sono ricchissimi di significato e possiedono il potere di influenzare, modellare la psiche di chi vi si avvicina. Essi infatti rappresentano sotto la forma di figure, numeri, colori, delle idee primigenie che emanano da sempre la loro forza dai piani superiori del Cosmo; ebbene, non solo i simboli le rappresentano, ma sono in grado di stabilire il collegamento e il contatto fra queste idee e noi.

Continua a leggere

16 Febbraio 2016 – Conosci te stesso – Ciclo di incontri

Martedì 16 Febbraio, alle ore 21, inizia un ciclo di incontri dal titolo “Conosci te stesso” con il primo appuntamento dal titolo “Introduzione alla meta fisiologia, la costituzione invisibile dell’uomo” a cura di Alessandro Mazzucchelli. Ingresso libero.
L’uomo ha innato in sé l’istinto per l’esplorazione: da tempi immemorabili infatti ha osservato il cielo, solcato i mari, attraversato deserti e terre impervie, scalato montagne inaccessibili per tracciare carte, piante, mappe e ricostruire la realtà del mondo e del cosmo intorno a lui.
Ma l’esplorazione più avvincente e straordinaria è quella che può condurlo all’interno di se stesso, alla scoperta del suo io più profondo, delle proprie qualità e facoltà, spesso sopite nell’inconscio. Anche in questo caso si possono tracciare “mappe” e tavole che potremmo definire “psico – anatomiche” che rappresentano la complessità della struttura visibile e invisibile, sottile dell’essere umano.

Continua a leggere

22 Dicembre 2015 – Arte e Alchimia: l’Amor Celeste del Sodoma e il pavimento del Duomo di Siena

Martedì 22 dicembre, alle ore 21, con l’incontro dal titolo “Arte e Alchimia: l’Amor Celeste del Sodoma e il pavimento del Duomo di Siena”, si conclude il ciclo di appuntamenti su “Il simbolismo nell’arte” promosso dall’Associazione Archeosofica di Firenze. Relatori: Giulia Ercole e Leonardo Burrini. Ingresso libero.
In questo lungo viaggio dalle origini dell’arte europea che ci ha condotto in avanti alla scoperta di alcuni dei momenti più ferventi e simbolicamente vibranti della storia e dell’arte, è ora la volta di ritornare su un tema quanto mai affascinante e vitale, che abbiamo già incontrato: l’alchimia e l’ermetismo, il cui messaggio irrompe prepotente nel grandioso pavimento del Duomo di Siena.

Continua a leggere

15 Dicembre 2015 – L’angelo della melanconia di Dürer – Astrologia e magia nel ‘500

Prosegue a Firenze Martedì 15 Dicembre alle ore 21 il ciclo di conferenze su “Il simbolismo nell’arte” con l’incontro dal titolo: “L’angelo della melanconia di Dürer – Astrologia e magia nel ‘500” a cura di Alessandro Mazzucchelli, storico dell’arte. Ingresso libero.
L’enigmatica Melencolia I di Albrecht Dürer ispira e provoca la curiosità e l’interesse di coloro che l’osservano da oltre mezzo millennio. Il soggetto evidente dell’incisione, come scritto sulla pergamena dispiegata da un pipistrello o altra creatura volante, è Melencolia-Malinconia. Ma ciò che Dürer intendeva con tale termine e come gli oggetti e le figure misteriose della stampa contribuiscano al suo significato, continua ad essere dibattuto. Attraente da una parte, dall’altra resistente all’interpretazione, Melencolia I è una testimonianza straordinaria della conoscenza esoterica e della grande immaginazione artistica di Dürer.

Continua a leggere

1 Dicembre 2015 – La Primavera di Botticelli: il Rinascimento fiorentino e la riscoperta dell’Ermetismo

Quinto appuntamento della rassegna “Il Simbolismo nell’Arte” Martedì 1 Dicembre, alle ore 21, con un incontro dedicato a “La Primavera di Botticelli: il Rinascimento fiorentino e la riscoperta dell’Ermetismo”. Relatore Alessandro Mazzucchelli, storico dell’arte.

Continua a leggere

17 Novembre 2015 – Luce e simboli nella cattedrale di Chartres

Martedì 17 Novembre alle ore 21 prosegue la rassegna sul “Simbolismo nell’Arte” con l’incontro dal titolo “Luce e simboli nella cattedrale di Chartres”. Relatrice Augusta Corradetti. Ingresso libero.
Nell’arco di circa 3 secoli, tra il 1050 e il 1350, in Francia vennero costruite 80 cattedrali nel nuovo stile gotico caratterizzato da altezze vertiginose in lotta contro la gravità e dall’apertura di grandi finestre decorate da meravigliose vetrate. Ognuna di queste cattedrali ha un suo carattere, una sua essenza.
Tra tutte la cattedrale quella di Notre-Dame di Chartres, nata con il primo gotico, è indubbiamente il tempio per eccellenza della Vergine Maria: la collina, infatti, sulla quale sorge è un luogo di culto antichissimo, celtico pre-cristiano e cristiano, della Vergine che doveva portare la salvezza nel mondo.

Continua a leggere

7 Luglio 2015 – L’Arcano dei quattro Evangeli

Martedì 7 Luglio alle ore 21.15, nuovo appuntamento con i nostri incontri dedicati ad un alcuni aspetti meno conosciuti o conosciuti soltanto in parte, della conoscenza tradizionale di Oriente e di Occidente : “L’Arcano dei quattro Evangeli”. Relatrice: Augusta Corradetti. Ingresso libero.

Quando Gesù il Cristo comparve sulla scena del mondo e iniziò la sua missione, fu anche l’erede e il rinnovatore della sapienza del mondo antico. I princìpi dei culti misterici egiziani, greci, persiani che si erano diffusi e sviluppati nel Mediterraneo e la catena ininterrotta di trasmissione della sapienza di Mosè, chiamata Kabbalà o tradizione segreta di Israele, che al tempo di Cristo era conosciuta e custodita dalla comunità iniziatica degli Esseni, confluirono nella nuova rivelazione che apportò continuità e al tempo stesso rottura, per lo straordinario rinnovamento che solo il Messia poté portare sulla Terra.

Continua a leggere