29 Maggio 2018 – La fondazione di Roma: mito e realtà

Martedì 29 maggio, alle ore 21.15, prosegue a Firenze presso la sede dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini 11/R, il ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero” con la conferenza di Fiorenza Mascione dedicata a “La fondazione di Roma: mito e realtà”. Ingresso libero.

«Roma non avrebbe potuto assurgere a tanta potenza se non avesse avuto, in qualche modo, origine divina, tale da offrire, agli occhi degli uomini, qualcosa di grande e di inesplicabile» scrive Plutarco.

Continua a leggere

16-17 Giugno 2018 – Viaggio a Roma e nel Lazio segreto

Due giorni di viaggio nel tempo, dalla fondazione di Roma alle testimonianze più importanti e suggestive del Lazio medievale. A Roma potremo visitare all’interno del Foro (l’area archeologica più importante della città eterna) oltre alle testimonianze della nascita della città e del suo sviluppo (dall’Umbilicus urbis Romae alla Casa delle Vestali) alcuni dei suoi luoghi segreti chiusi da anni e riaperti solo ad aprile 2018, fra cui il Tempio di Romolo e Santa Maria Antiqua che conserva sulle sue pareti un patrimonio di pitture unico nel mondo cristiano del primo millennio. La visita a Roma prosegue con il Carcere Mamertino (o Tullianus), luogo di detenzione dei nemici di Roma, dove si vuole siano stati imprigionati San Pietro e San Paolo e con la basilica dei Ss. Cosma e Damiano, dedicata ai santi medici e guaritori, con uno splendido mosaico di epoca paleocristiana.

Domenica alla Cattedrale di Anagni visiteremo tra l’altro l’Oratorio di San Thomas Becket, antico Mitreo con pitture del XII secolo, e la meravigliosa Cripta di San Magno che custodisce uno dei cicli pittorici più importanti dell’Occidente Medievale. Ci sposteremo poi a Fossanova, splendida chiesa di un’abbazia cistercense (una San Galgano con il tetto!) e da lì, in mezzo ai boschi, all’Abbazia di Valvisciolo ricca di testimonianze templari e simboli arcani. Per finire i Giardini di Ninfa … “Ecco Ninfa, ecco le favolose rovine di una città che con le sue mura, torri, chiese, conventi e abitati giace mezzo sommersa nella palude, sepolta sotto l’edera foltissima. In verità questa località è più graziosa della stessa Pompei …” Nel 2000 tutta l’area di Ninfa è stata dichiarata monumento naturalistico ed il giardino è stato considerato dal New York Times, come il più bello al mondo.

Continua a leggere