21 Marzo 2017 – La Scienza segreta dell’antico Egitto

Martedì 21 Marzo alle ore 21, a Firenze, presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/r, prosegue il ciclo di incontri “Cronache di civiltà scomparse”, a commento dell’opera di Alessandro Benassai “Indagine sulle grandi Piramidi”, con la conferenza dal titolo “La Scienza segreta dell’antico Egitto”. Relatrice: Fiorenza Mascione. Ingresso libero.

“Attraverso i tempi i maggiori scrittori e filosofi greci hanno parlato dell’Egitto come il centro della religione e della scienza a cui attinsero non solo tutti i saggi contemporanei ma perfino i moderni, che ancora oggi cercano di ricostruire attraverso stele e papiri i meravigliosi insegnamenti spirituali che i sacerdoti gelosamente custodivano migliaia di anni or sono nei loro templi.” (Alessandro Benassai, I Misteri dell’Antico Egitto)

Continua a leggere

Annunci

14 Marzo 2017 – La Piramide di Chefren e il calendario sacro

Martedì 14 marzo alle ore 21 a Firenze, presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/r, prosegue il ciclo di incontri “Cronache di civiltà scomparse”, a commento dell’opera di Alessandro Benassai “Indagine sulle grandi Piramidi”, con la conferenza dal titolo “La Piramide di Chefren e il calendario sacro”. Relatore: Gabriele Sernissi. Ingresso libero.

“I templi costruiti dagli architetti-astronomi non furono soltanto luoghi sacri adibiti al culto della divinità, ma anche degli osservatori astronomici elementari. I templi, come le piramidi, furono orientati in maniera tale che fosse possibile stabilire con una certa precisione i momenti astronomici significativi quali il sorgere del Sole ai solstizi e agli equinozi, il culminare di alcune stelle come Sirio, la Spica e Regolo, considerate di natura sacra …

Continua a leggere

7 Marzo 2017 – L’enigma della Sfinge

A Firenze, presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/r, prosegue il ciclo di incontri  “Cronache di civiltà scomparse”, a commento dell’opera di Alessandro Benassai “Indagine sulle grandi Piramidi”, con la conferenza dal titolo “L’enigma della Sfinge”, Martedì 7 Marzo alle ore 21. Relatore: Alessandro Mazzucchelli. Ingresso libero.

Dal termine egiziano Seshep-Ankh Atùm, “L’immagine vivente di Atùm”, derivò attraverso il greco il nome “Sfinge”, che ha poi assunto nel linguaggio moderno il significato di “impenetrabile”, “enigmatico”, “insondabile”.

Continua a leggere

28 Febbraio 2017 – Indagine sulle grandi Piramidi – parte 3

Martedì 28 Febbraio alle ore 21 a Firenze, prosegue il ciclo di incontri dal titolo “Cronache di civiltà scomparse” con la terza parte della conferenza “Indagine sulle grandi piramidi”, a commento dell’omonima opera di Alessandro Benassai, presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/r. Relatore: Alessandro Mazzucchelli. Ingresso libero.

“La sapienza degli Egizi è molto più vasta di quanto comunemente noi possiamo supporre. Essa riflette il sapere di razze molto più antiche ed evolute, perciò non si limita soltanto al lato materiale delle cose ma trascende la materia stessa…

Continua a leggere

Astronomia dell’Antico Egitto – 3

5 – IL CIELO DELL’EGITTO NEL MEDIO E NUOVO REGNO
Quali erano le stelle più importanti per gli antichi egiziani?
Per rispondere a questa domanda ci dobbiamo spostare verso la fine del Medio e all’inizio del Nuovo Regno. In questo periodo i primi soffitti astronomici delle tombe dei re ci danno una panoramica completa, tuttavia bisogna ricordare che, in realtà, gran parte di queste costellazioni sono pienamente codificate già nell’Antico Regno, in particolare quelle più importanti come l’Ippopotamo Femmina.

Continua a leggere

Astronomia dell’Antico Egitto – 1

1 – L’ASTRONOMIA EGIZIA
Oggi si parla di astronomia al tempo degli antichi Egiziani, ma è evidente che in quell’epoca non esisteva l’Astronomia come noi la intendiamo oggi, né aveva le stesse finalità.
Spesso l’astronomia egiziana è stata trascurata; sì è persino detto che gli Egizi non erano grandi osservatori del cielo, quando invece i primi documenti astronomici egiziani risalgono addirittura alla prima dinastia, ad Abydos, e testimoniano una grande attenzione per i fenomeni celesti…

Continua a leggere