29 Marzo 2016 – Esperienze fuori dal corpo

Inizia Martedì 29 Marzo alle ore 21 a Firenze, con la conferenza di Alessandro Mazzucchelli  dal titolo “Uno sguardo nell’aldilà, esperienze fuori dal corpo”, un ciclo di 6 appuntamenti  a ingresso libero – 3 in città nella sede dell’Associazione Archeosofica e 3 a San Casciano V.P. presso la saletta della Biblioteca comunale – dedicati a tematiche “di confine”. Questi incontri organizzati dalla Compagnia Teatrale Archeosofica vogliono introdurre quello che sarà il tema della commedia “Fantasmi e tavolini parlanti”, di Elisabetta Meacci, in scena al Teatro Niccolini di San Casciano Sabato 16 Aprile alle ore 21.

Il secondo incontro dal titolo “Angeli e Spiriti” a cura di Fiorella Falli e Caterina Savasta sarà Giovedì 31 Marzo alle ore 21 a San Casciano. Ingresso libero.

La morte insieme alla nascita è uno dei due momenti più importanti della vita umana, l’inizio e la fine. Sebbene essa sia al centro di gran parte dei media, di spettacoli, rappresentazioni teatrali; sebbene venga esorcizzata e a volte persino esasperata nei film e nelle serie tv, tuttavia la morte in quanto tale costituisce ancora un tabù della nostra società contemporanea. Il fascino e l’interesse che suscita questo fenomeno sono in certo qual modo il segno che, dietro l’evento del trapasso, si nasconde un grande mistero che appena adesso inizia ad essere intravisto dalla scienza contemporanea, ma che da secoli è indagato dalle tradizioni misteriche e religiose…

Continua a leggere

Annunci

27 Ottobre 2015 – L’Eden e Beatrice: gli ultimi Canti del Purgatorio

Con la conferenza “L’Eden e Beatrice” di Alessandro Mazzucchelli sugli ultimi Canti del Purgatorio si conclude Martedì 27 Ottobre, alle ore 21, la rassegna su Dante Segreto organizzata dall’Associazione Archeosofica di Firenze. Ingresso libero.

Sovra candido vel cinta d’uliva donna m’apparve, sotto verde manto vestita di color di fiamma viva” (Purg. XXX): con questi versi Dante immortala l’evento cardine del suo cammino, l’incontro decisivo con la Donna amata fin dalla fanciullezza che gli sarà da guida nell’ascesa ai Cieli del Paradiso.

Continua a leggere

6 Ottobre 2015 – Lectura Dantis: Inferno I-III

Martedì 6 Ottobre alle ore 21, con una serata dedicata ai primi tre Canti dell’Inferno dantesco, letti da Claudia Pennucci e Francesco Masi, con spiegazioni e commento di Gianluca De Martino, inizia un ciclo di quattro incontri dal titolo “Dante segreto” dedicati all’interpretazione più profonda dell’opera del Sommo Poeta. Ingresso libero.

Continua a leggere

19 Maggio 2015 – La via dei Misteri

Martedì 19 Maggio, alle ore 21.15, incontro a ingresso libero dal titolo “La via dei Misteri”. Relatrice: Fiorenza Mascione. Presenteremo alcuni dei temi relativi a questo argomento, esposti nel Quaderno di Archeosofia n°4: “Introduzione ai Misteri Minori e Maggiori” di Tommaso Palamidessi.
L’uomo fin da quando è apparso sulla terra si è posto domande sul proprio destino e sullo scopo dell’esistenza, sul perché, dopo una vita di lotte faticose e conquiste, e anche di sofferenze, dovesse discendere nell’oblio e nell’incertezza della morte.
Per lottare contro l’incoscienza spirituale della morte ed i risvegli in un aldilà pauroso, tormentoso, nell’antichità si formarono diversi culti misterici con riti che commemoravano un tema mitico, riguardanti una divinità patrona del “Mistero”. Vi furono i misteri di Osiride e Iside nell’antico Egitto, quelli di Mitra in Persia, i misteri di Dioniso, di Zeus e della Signora del Labirinto a Creta, di Demetra e Kore ad Eleusi, di Artemide, dei Cabiri di Samotracia e tanti altri.
Nel corso dell’incontro di martedì sera getteremo uno sguardo su alcuni aspetti dei “Misteri”: cosa si nasconde dietro l’intricato tessuto di miti e simboli, a volte paradossali? Perché era così importante parteciparvi? Quali cose vi si apprendevano di così vitale importanza? Oggi che l’umanità è entrata in un periodo di intensa crisi dei valori spirituali, possiamo apprendere ancora qualcosa sollevando il velo di questi antichi Misteri?

Continua a leggere

28 Aprile 2015 – Medianità, Spiritismo e Ultrafania

Martedì 28 Aprile, alle ore 21.15, nuovo appuntamento su una tematica di confine: Medianità, Spiritismo e Ultrafania. Relatore: Alessandro Mazzucchelli. Ingresso libero. Abbiamo visto negli incontri precedenti che esiste la reale possibilità per l’uomo di esplorare i mondi dell’aldilà. Sorge quindi la domanda: ma chi possiamo contattare in questi regni normalmente preclusi alla coscienza umana, solo i nostri cari defunti, oppure è possibile incontrare personaggi più evoluti, saggi addirittura santi e maestri e perfino le entità angeliche? E questa possibilità di contatto è patrimonio esclusivo di chi possiede questa facoltà innata o è anche latente in tutti ed è possibile scoprirla e svilupparla?

Continua a leggere

21 Aprile 2015 – Alle frontiere dell’aldilà

Martedì 21 Aprile alle ore 21.15, incontro a ingresso libero dal titolo “Alle frontiere dell’aldilà”. Relatore: Daniele Corradetti.
La morte è uno fenomeni più importanti della vita umana. Sebbene essa sia al centro di gran parte dei media, di spettacoli, rappresentazioni teatrali; sebbene venga esorcizzata e a volte persino esasperata nei film e nelle serie tv, tuttavia la morte in quanto tale costituisce ancora un tabù della nostra società contemporanea. Il fascino e l’interesse che suscita questo fenomeno sono in certo qual modo il segno che, dietro l’evento del trapasso, si nasconde un grande mistero che appena adesso inizia ad essere intravisto dalla scienza contemporanea, ma che da secoli è indagato dalle tradizioni misteriche e religiose…

Continua a leggere

Astronomia dell’Antico Egitto – 3

5 – IL CIELO DELL’EGITTO NEL MEDIO E NUOVO REGNO
Quali erano le stelle più importanti per gli antichi egiziani?
Per rispondere a questa domanda ci dobbiamo spostare verso la fine del Medio e all’inizio del Nuovo Regno. In questo periodo i primi soffitti astronomici delle tombe dei re ci danno una panoramica completa, tuttavia bisogna ricordare che, in realtà, gran parte di queste costellazioni sono pienamente codificate già nell’Antico Regno, in particolare quelle più importanti come l’Ippopotamo Femmina.

Continua a leggere