“Storie di alberi, piante ed erbe selvatiche” alla Villa di Bivigliano

Il 19 maggio nel parco della Villa di Bivigliano, durante la giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, “Giardini e cortili aperti”, si è svolta la passeggiata  di riconoscimento delle piante medicinali a cura di Fiorenza Mascione, Serena Brunetti e dei partecipanti ai Corsi e Laboratori di Erboristeria dell’Associazione Archeosofica, sezione  di Firenze.

Durante il percorso si sono alternate diverse voci che hanno descritto le piante officinali spontanee nello splendido parco e quelle domesticate nel giardino della villa.

Banner Bivigliano 2019 Storie 001

Abbiamo raccontato storie, leggende e miti sulle piante medicamentose, dall’umile malva, considerata una panacea nell’antica Roma e nel medioevo e per questo chiamata “omnimorbia”, al tanto lodato Laurus nobilis, sacro ad Apollo e ad Asclepio, l’alloro, le cui fronde incoronavano i vincitori dei Giochi Pitici dell’antica Delfi, che per questo divenivano poeti laureati.

photo_2019-05-22_17-35-38

Miti e leggende in cui bellissimi giovani e ninfe vengono trasformati in piante capaci di fornire medicine e salute e difendere dalle malattie, dare vigore a mente, corpo e spirito; Dei innamorati, principi e principesse, vicende intessute di simboli al cui centro c’è sempre un amore e il cui frutto è la pianta meravigliosa ricca di virtù, quasi un dono al genere umano.

60514993_2433525833535156_3264184473628966912_n

Piante i cui nomi ricordano figure mitologiche o divinità a cui erano consacrate, la cui forma assomiglia agli organi o parti del corpo umano che possono curare secondo la teoria della “segnatura”, piante che gli alchimisti usavano per loro “Grande Opera” e hanno chiamato: lunaria, mercuriale, dono del cielo, .arcangelica, fumus terrae …

60424737_2433505750203831_3553423076173545472_n

Queste antiche leggende e simboli furono costruiti ad arte per svelare le virtù nascoste nelle piante medicinali che sono tantissime, molte più di quello che si pensa.

Imparare a riconoscere le piante, individuarle nell’insieme di verde della natura, apprenderne le virtù terapeutiche, è una esperienza unica,  è come scoprire un mondo nuovo che è sempre stato sotto i nostri occhi, ma non abbiamo mai notato se non nel suo insieme.

60619283_2433508946870178_6750666863836921856_n

Ora, da questo insieme della natura emergono tanti individui diversi, è come scoprire tanti amici che non sapevamo di avere e si prova una piacevole sorpresa, un entusiasmo quasi infantile.

60533407_2433507493536990_3132074870196666368_n

Nonostante la giornata piovosa abbiamo visto arrivare tante persone desiderose di conoscere la storia delle piante che si sono unite a noi nel percorso e hanno seguito con interesse e con domande.

 “Storie di alberi, piante ed erbe selvatiche”  è un’idea di Fiorenza Mascione per i Corsi e Laboratori di Erboristeria tenuti nella sede dell’Associazione Archeosofica , sezione di Firenze.

61105170_2433509970203409_6376306695294943232_n

Quest’anno abbiamo realizzato anche una dispensa, un lavoro scritto che ha coinvolto i partecipanti ai corsi,  un lavoro che non ha pretese autoriali, ma vuole  essere un piccolo contributo alla diffusione di una più ampia conoscenza delle piante officinali , attraverso la narrazione di leggende e usi tradizionali.

photo_2019-05-22_17-35-27

Uno studio in cui ci siamo impegnati, consultando vari testi , una ricerca che consideriamo un inizio di un percorso insieme a tanti appassionati delle piante medicinali,  che contiamo di ampliare con le tante piante di cui vi racconteremo ancora la storia durante i nostri corsi e le nostre passeggiate erboristiche.

Un ringraziamento a tutte le persone che ci hanno accolto con simpatia e amicizia, in particolare a Giorgio Pozzolini e la sua famiglia che ci hanno ospitato nella loro residenza alla villa di Bivigliano, un posto incantevole che merita di essere visitato per tanti motivi di bellezza naturalistica e per la bella struttura della villa, per il parco storico ricco di specie botaniche, che Giorgio Pozzolini continua a curare e arricchire, essendo anche lui, come noi, appassionato di botanica e piante medicinali.

photo_2019-05-22_17-35-35

Un ringraziamento a Roberta Grevi che con grande amicizia e gentilezza ha voluto fornirci per la nostra passeggiata  erboristica i bellissimi cappelli di manifattura fiorentina  della famiglia Grevi  che da quattro generazioni opera nel settore della paglia e del cappello GREVI MODE

60959837_2433526270201779_5455746735332655104_n

Un grande grazie a tutti quelli che in vario modo  hanno  collaborato alla realizzazione  della dispensa, in particolar modo a Santa Parrello, per il progetto grafico e l’impaginazione, e a Letizia Cavallini, architetto.

E’ stata una bella giornata e ne faremo ancora, grazie a tutte le persone che sono intervenute, grazie a tutti davvero!


PER INFORMAZIONI

 

 


Locandina Bivigliano 001

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.