11 Dicembre 2018 – Viaggiatori nel cosmo: gli Argonauti

Martedì 11 Dicembre alle 21.15, presso la sede fiorentina dell’Associazione Archeosofica in Lungarno Guicciardini 11/R, si conclude il ciclo di incontri sul tema del Graal con un appuntamento dedicato ai “Viaggiatori nel cosmo: gli Argonauti antenati dei cercatori del Graal” a cura di Marco Bracali. Ingresso libero.

L’antica Colchide e l’area del Mar Nero sono luoghi che ai Greci, i primi occidentali che li conobbero, parvero esotiche frontiere di un Oriente favoloso, popolato da genti dalle abitudini stranissime, alcune in possesso di arcana sapienza, altre animate da ferocia disumana.

La ricerca del Vello d’Oro si ambienta in quelle terre, nella città dove i raggi del sole si preparano nel segreto della notte, al levarsi all’alba.

Banner Argonauti 001

Simbolo di questa luce eterna è il mitico Ariete la cui pelle era custodita nel giardino del luminoso eppure fosco e inquietante re Eeta, re dell’Aurora, e di sua figlia Medea, maga lunare e signora delle erbe medicinali. Per la missione di conquista del Vello partono dalla città di Iolco, in Tessaglia, Giasone e gli eroi che formano l’equipaggio della nave Argo, costruita con il legno della quercia di Dodona, sacra ad Apollo. L’impresa riesce, ma a prezzo di lunghissime peripezie che dall’Oriente, porteranno la nave e il suo equipaggio dalle tenebre del Nord Artico, fino all’estremo opposto, ai confini del mondo.

Argo a Fasi

Il viaggio si snoda tra pericoli, improvvisi assalti di popoli ferini e strane creature, ma soprattutto, nel cimento del passaggio di punti sottili, stretti pertugi pericolosissimi, e negli incontri con arcaiche divinità che mettono ben presto in allerta chi si immerga in queste favolose vicende, del loro carattere non di viaggio terreno (anche se i riscontri geografici sono molto interessanti per la conoscenza del mondo antico), ma celeste. Le corrispondenze tra geografia e cosmo allora conosciuto, fiumi, mari, isole di un Nord e un Ovest che appaiono come sogni, si fanno sempre più vaghe, fino a sfumare nella suggestione di un viaggio cosmico, tra il cielo stellato e il percorso del Sole, degli eroi che percorrono l’itinerario dell’astro bambino, nella prima età del mondo.

Argo e Simplegadi

E’ il viaggio degli iniziati di un’età remotissima alla ricerca di un varco nel tempo e dello spazio che assicurerà il consolidarsi del mondo in cui viviamo seguendo il cammino irto di pericoli compiuto dal Sole nel suo viaggio esemplare a partire dall’età zodiacale dell’Ariete.

Sirene e rocce

Il mito di Ulisse e le cosmologie antichissime del Vicino Oriente mostrano l’identica matrice di questi primi tentativi iniziatici di trovare, nelle peripezie del tempo in formazione, il varco che conduce all’Eternità.

La luce del Graal brillava già dalle epoche più lontane.


Per informazioni:


Banner Argonauti 001

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.