5 Giugno 2018 – Qumran: i manoscritti del Mar Morto e gli Esseni

A Firenze martedì 5 giugno alle ore 21.15 prosegue il ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero” presso la nostra sede in Lungarno Guicciardini 11/r, con la conferenza dal titolo ”Qumran: i manoscritti del Mar Morto e gli Esseni”. Relatrici: Daniela Scatizzi e Debora Viciani. Ingresso libero.

Nella primavera del 1947, a 30 chilometri da Gerusalemme, nel deserto vicino al Mar Morto ebbe luogo in modo del tutto fortuito una scoperta che diede inizio a ritrovamenti di una portata eccezionale. Le ricerche, gli scavi e la successiva decifrazione dei manoscritti rinvenuti avrebbero, per numerosi decenni, impegnato e appassionato studiosi di tutto il mondo. Questo evento ha gettato una luce insperata e profonda su un periodo, quello tra i due secoli prima di Cristo ed il 1° d.C. in Palestina, prima assai scarno di documenti, consentendoci di conoscerne dei risvolti prima insospettati.

banner Qumran 001

La scoperta fu quella, da parte di un giovane beduino in transito con la sua tribù nomade, di una grotta contenente misteriose giare di terracotta chiuse che custodivano, ben avvolti e legati da lacci di pelle, molti rotoli in pergamena e papiro, scritti su colonne in ebraico antico. Alcune giare erano rotte, alcuni rotoli estremamente danneggiati, ma i beduini intuirono subito l’antichità ed il valore che dovevano avere quei reperti. Seguirono negli anni molte altre scoperte, per un totale di 11 grotte e circa 900 rotoli rinvenuti.

Grotta 2photo_2018-05-28_09-05-40

I rotoli di Qumran fin da subito suscitatrono moltissime domande e dibattiti: chi ne erano gli autori? Perché li nascosero, custodendoli con perizia, nelle grotte?

Che riferimento hanno questi testi, molti dei quali sono versioni e commentari del Vecchio Testamento, ma non solo, con il popolo che abitò a Khirbet Qumran, le cui rovine sono immediatamente adiacenti alle grotte? Era quel popolo che li aveva scritti, o essi furono soprattutto i custodi di questa immensa biblioteca segreta della Tradizione d’Israele?

Rotoli 05

Alcuni testi sono originalissimi, come la Regola della Comunità, il Rotolo della Guerra, la Regola dell’Assemblea; in essi si rinvengono le precise caratteristiche della vita comunitaria e delle regole degli Esseni. Cosa fu questa importante comunità ebraica di cui parlano diffusamente gli antichi storici come Flavio Giuseppe, Plinio e diversi altri, ma che stranamente non è mai nominata nei Vangeli, o almeno così sembra?

Qumran_Landscape

Cosa vide nel 1800 la beata Anna Katharina Emmerick circa questa comunità nelle sue accurate visioni? Che rapporti ebbero, se ne ebbero, Gesù, Giovanni il Battista, Giovanni Evangelista, la Vergine, con questi asceti, profeti e sacerdoti? Quali sono i contenuti dei rotoli, e in che modo gettano luce sul Cristianesimo nascente? Dai testi emerge una somiglianza dottrinale, o piuttosto una rottura totale rispetto alla fede cristiana? Quali sono i legami degli Esseni con i Terapeuti descritti dal filosofo alessandrino Filone il giudeo?

Rotolo di Isaia

A queste e ad altre domande abbiamo cercato le risposte, fedeli alle fonti originali, raccogliendo notizie, indagando, valutando ogni ipotesi, e vi porteremo martedì 5 giugno i risultati dei nostri studi nella sede dell’Associazione Archeosofica di Firenze, in Lungarno Guicciardini 11/r, dove vi aspettiamo alle ore 21.15 per intraprendere insieme un viaggio virtuale alla scoperta di questo luogo e di questo tempo misterioso.


Per informazioni:


banner mistero 001

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.