22 Maggio 2018 – Viaggio in Tibet

A Firenze martedì 22 maggio alle ore 21 prosegue il ciclo di incontri dal titolo “Viaggio nei luoghi del mistero” presso la nostra sede in Lungarno Guicciardini 11/r, con la conferenza dal titolo ”Viaggio in Tibet”. Relatrice: Patrizia Odorici. Ingresso libero.

Ci avvicineremo ai misteri dell’ascesi tibetana seguendo le orme dei viaggi di Alexandra David Neel, persona straordinaria vissute a cavallo tra ’800 e ‘900, una dei pochissimi europei che ha conosciuto dall’interno la cultura e la mistica di quei luoghi. Nata infatti nel 1868 e spentasi nel 1969, ebbe una lunga carriera da esploratrice, fotografa, orientalista e antropologa, ma anche di artista e cantante, e scrisse numerosi testi, che l’hanno resa celebre in tutto il mondo, inerenti i suoi viaggi, le sue notevoli esperienze e la conoscenza profonda del mondo tibetano e delle sue pratiche rituali. Tra i più importanti citiamo “Mistici e Maghi del Tibet”,  “Viaggio di una parigina a Lhasa”,  “Il buddhismo del Buddha”, “ Il potere del nulla”  e molti altri.

banner Tibet 001

Spinta fin da giovanissima dal desiderio di conoscenza, studiò le filosofie orientali e si iscrisse alla società Teosofica dove poté approfondire il buddhismo tibetano imparando nel contempo anche la lingua alla Sorbona; fece parte anche della Massoneria, approfondendone gli aspetti simbolici.

Se i primi viaggi li fece in Europa, sempre alla ricerca di fonti e di testi che riguardavano l’Oriente, a partire dal 1890 cominciò a recarsi in India e poi in Tibet e in Cina nei decenni successivi, paesi questi dove soggiornò per molti anni, percorrendoli in lungo e in largo. La David-Neel si immerse completamente nella cultura e nella pratica religiosa induista e tibetana, arrivando là dove nessun occidentale, e in particolare nessuna donna, era ancora mai pervenuto. Tra le varie esperienze vissute da questa donna straordinaria sono gli anni di eremitaggio praticato nel Sikkim in una caverna insieme al monaco tibetano Aphur Yongden, che non si staccò mai più da lei per il resto della vita e divenne suo figlio adottivo. Fu anche l’unica donna occidentale ad essere ricevuta dal Dalai Lama in esilio, e tra le personalità più importanti conobbe Aurobindo.

tibet 002

L’esperienza che l’ha resa più famosa è stata la visita nel 1924 alla città santa di Lhasa, allora vietata agli occidentali, arrivandovi dopo un viaggio di otto mesi di marcia iniziato in Mongolia e poi attraverso il Tibet, durante il quale si travestì da tibetana senza essere riconosciuta da nessuno come straniera, talmente eccezionale la sua padronanza della lingua e la mimesi con la cultura dell’altopiano himalayano.

217tibet.dolmala

La David-Neel attraverso la sua incredibile vita non solo ha tramandato gli insegnamenti di una tradizione antichissima, ma ha anche sempre cercato una congiunzione tra Oriente e Occidente come accade a chi ha una visione ed un’esperienza profonda della vita spirituale, che non vede barriere e contrapposizioni ma unità originaria delle tradizioni quale oggi troviamo negli insegnamenti e nelle pratiche della Scuola Archeosofica che si propone proprio come anello e saldatura fra le tradizioni spirituali di questi mondi lontani risalendo alle loro radici comuni.


Per informazioni:


banner mistero 001

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.