17 Gennaio 2017 – Da Atlantide all’Egitto

Martedì 17 Gennaio alle ore 21 a Firenze, con la seconda parte della conferenza “Da Atlantide all’Egitto”, presso la Sezione dell’Associazione Archeosofica, Lungarno Guicciardini, 11/r, riprende il ciclo di incontri dal titolo “Cronache di civiltà scomparse”, a commento dell’opera di Alessandro Benassai “Indagine sulle grandi piramidi”. Relatore: Alessandro Mazzucchelli. Ingresso libero.

Ecco un estratto del testo che sarà al centro dell’incontro ….

cronache-banner-011

“Reperti antropologici parlano di resti umani di razze differenti localizzati al Delta del Nilo, Oasi del Fayum, Giza, altri nei pressi di Edfu, Kom Ombo, Nekheb, Dendera. La popolazione che s’insediò a nord vicino al Fayum, ma nei pressi della riva occidentale del Nilo, e a sud vicino Abydo, risulta altamente progredita rispetto agli indigeni; dai documenti si evince che fu esperta nella navigazione e nell’osservazione astronomica. Tra i simboli principali c’era il Toro, adottato da Narmer, primo re della Prima Dinastia faraonica.
Nel tempio di Edfu si parla di una madrepatria identificata in un’isola posta ad oriente nella quale la civiltà sarebbe stata portata agli uomini dagli dei. Quest’isola è chiamata L’isola dell’Uovo cioè delle Origini, allusione all’lsola Bianca.
Queste varie etnie sempre in lotta tra loro furono poi dominate dal ritorno massiccio degli Egiziani che si erano rifugiati sulle colline dell’Arabia. Essi si ristabilirono sempre più solidamente nell’Alto Egitto e Abydo ritornò ad essere il centro del nuovo impero che gradatamente si espanse in tutto il paese, assoggettando e assorbendo le razze primitive. 1.000 anni dopo il ritorno degli Ariani l’impero era già ben organizzato; 1.400 anni dopo, il re Narmer, che secondo la lista tramandata da Manetone prese il nome Menes, riunì l’intero Egitto sotto un’unica legge.
I1 nome MeNes individua il leggendario Capostipite umano-divino della razza Ariana, il MaNu dell’India, Il primo dei re primordiali, Colui che apre il Ciclo dell’impero, il MiNos dei Greci, fondatore della civiltà Cretese, dominatore della forza taurina simbolizzata dal Minotauro, concepito dalla moglie di Minosse, Pasifae, dal connubio con un toro, che equivale al NuMen dei Latini, Colui che detiene il potere supremo.
Il primo dei re primordiali era un titolo tradizionale di origine egiziana che veniva dato durante il rito dell’incoronazione al re di Francia per affermare la continuità della linea regale di origine umano-divina e a significare che l’ultimo re era sempre il primo.
Da questo confronto risulta che tradizioni come quella Indiana, Egiziana, Greca e Latina, hanno ereditato le loro forme da un’unica fonte molto più antica.
Quando Narmer diede inizio alle Dinastie faraoniche la civiltà egizia post diluviana aveva già 2.500 anni di storia alle spalle: il tempo per sviluppare l’impero, fondare o rifondare Abydo, centro religioso e politico del paese.”

Per informazioni:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...