25 Novembre 2014 – I Cicli Cosmici nella Divina Commedia – Seconda parte – Conferenza a Firenze

Martedì 25 Novembre alle ore 21 nono appuntamento a ingresso libero del ciclo di incontri dal titolo “Lo Spirito del Tempo”, dedicato allo studio della dottrina tradizionale delle Ere fra Oriente e Occidente, con la seconda parte della conferenza di Alessandro Mazzucchelli su “I Cicli Cosmici nella Divina Commedia”


THE COSMIC CYCLES IN THE DIVINE COMEDY – SECOND PART – LECTURE IN FLORENCE

Tuesday the 25th of November at 9pm the ninth meeting belonging to a cycle of free lectures entitled “The Spirit of Time” will take place. Cycle dedicated to the study of the traditional doctrine of the Eras between the East and the West. This is the second half of the conference held by Alessandro Mazzucchelli on “The Cosmic Cycles in The Divine Comedy”


Dante situa la sua visione al plenilunio del Segno dell’Ariete dell’anno 1300, proprio a metà della sua vita. Il 1300 è per lui il mezzo dei tempi: 65 secoli erano trascorsi e 65 ancora da trascorrere per arrivare alla conclusione di un Grande Anno di 130 secoli, di cui i 13 secoli trascorsi dall’inizio dell’Era Cristiana formano esattamente il decimo.

Il numero 65, scomposto nel 6 e nel 5 identifica le cifre del Macrocosmo e del Microcosmo, corrispondenti alla Stella di Davide e al Pentagramma che Dante fa derivare dall’Unità: “Così come raia dall’un se si conosce il cinque e il sei” (Purg. XV, 56-57).

Con questo incontro prosegue il commento al testo “Il mistero del veltro dantesco – Studio sui Cicli Cosmici” di Alessandro Benassai: il Veltro (Inf. I, 100-111) è la figura centrale della prima e principale profezia contenuta nella Divina Commedia. Al tempo stesso è anche la più misteriosa dell’intera opera. Cosa o Chi è il Veltro secondo Dante? Come opererà? Dove? Quando?


Dante places his vision during the full moon of the Sign of Aries in the year 1300, midway upon his life. The year 1300 is for him the middle of all times: 65 centuries had gone by and 65 had yet to pass to reach the conclusion of the Great Year of 130 centuries; of which the 13 centuries gone passed since the beginning of the Christian Era form exactly the tenth.
The number 65, broken up in the numbers 6 and 5, identifies with the digits of the Macrocosm and the Microcosm corresponding with the Star of David and with the Pentagram that Dante believed derived from the Unity: “as from the unit, if that be known, ray out the five and six” (Purgatory XV, 56-57).
With this meeting the comment to the text “The Mistery of Dante’s veltro – Study on Cosmic Cycles” by Alessandro Benassai continues. The greyhound, Veltro in Italian (Inferno I, 100-111), is the central figure in the first and main prophecy within the Divine Comedy. It is also, at the same time, the most mysterious one in the entire work. What or who is the Veltro according to Dante? How will it operate? Where? When?

Per informazioni:

2014 lo spirito del tempoFRONTE

2014 lo spirito del tempoRETRO

Annunci

Un pensiero su “25 Novembre 2014 – I Cicli Cosmici nella Divina Commedia – Seconda parte – Conferenza a Firenze

  1. I’m ᥱxtremely inspired together with your writing skiⅼls and also with the
    fоrmat to youг blog. Is this a paid theme or did yoᥙ mоdify it yourself?
    Either way keep up tɦe exϲeⅼlent ԛuality writing, it’s rɑre to look a nice blog like this one nowadays..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...